@GustavinoBevilacqua stai scherzando? Per un professore di italiano o di lettere conta solo cio’ che contribuisce alla lingua. Quindi passerai tutto 200,300,400 a studiare insignificanti risse tra tifoserie cittadine italiane, mentre succede “soltanto” che Gengis Khan crea l’impero piu’ grande del mondo, arriva il califfato sino alla spagna, e altre piccole cosette tipo la storia dell’ India di cui nessuno sa un cazzo , sino a che marco polo gli fa sognare che esiste la Cina e improvvisamente la Russia cade dal cielo. Meno che meno quelli di filosofia, che l’inghilterra esiste da Hobbes in poi, all’incirca, nel mediterraneo c’erano solo i greci (invece filosofeggiavano molto di piu’ in Egitto), Africa non pervenuta, Roma era una cattiva copia dei greci. Ma uno storico che insegni la storia, e non le fiabe dei letterati o i deliri dei filosofi, a scuola non ci entra.

@GustavinoBevilacqua

stai scherzando?

Per un professore di italiano o di lettere conta solo cio’ che contribuisce alla lingua. Quindi passerai tutto 200,300,400 a studiare insignificanti risse tra tifoserie cittadine italiane, mentre succede “soltanto” che Gengis Khan crea l’impero piu’ grande del mondo, arriva il califfato sino alla spagna, e altre piccole cosette tipo la storia dell’ India di cui nessuno sa un cazzo , sino a che marco polo gli fa sognare che esiste la Cina e improvvisamente la Russia cade dal cielo.

Meno che meno quelli di filosofia, che l’inghilterra esiste da Hobbes in poi, all’incirca, nel mediterraneo c’erano solo i greci (invece filosofeggiavano molto di piu’ in Egitto), Africa non pervenuta, Roma era una cattiva copia dei greci.

Ma uno storico che insegni la storia, e non le fiabe dei letterati o i deliri dei filosofi, a scuola non ci entra.